LA CONCORDIA IN PIEDI: ORA VIA DAL GIGLIO.

17 set 2013

Un’ora per andare a fondo, 610 giorni di abbandono della nave, 500 addetti a lavoro, meno di 24 ore per rialzarsi.

Sono questi i dati arrivati stamattina alle prime ore dell’alba che ci riportano i progressi della questione “Concordia”. «Le operazioni di rotazione della nave sono completate, meglio di così non poteva andare» esulta il capo della Protezione civile.

Applausi e abbracci tra i tanti presenti che hanno seguito da vicino il lavoro di tecnici, ingegneri  e della protezione civile che hanno risollevato la Concordia e allo stesso tempo un paese che, naufragato insieme alla nave, oggi riparte.

Ora occorre valutare le condizioni della fiancata danneggiata prima di compiere i prossimi passi, va riparata e poi definitivamente spostata.

Doveva presentarsi come un ritorno alla vita, e invece appare come un lungo e tormentato funerale in memoria delle 32 vittime della catastrofe, due delle quali sono ancora laggiù, nei labirinti della nave.

21 GIUGNO: PRIMO GIORNO D’ESTATE. COME COMBATTERE IL CALDO AL MEGLIO.

21 giu 2013

Il 21 Giugno rappresenta il solstizio d’estate (primo giorno di estate), il giorno con più ore di luce.

A Firenze si superano già i 36 gradi. In Puglia e Basilicata si sfioreranno i 40. In Campania con oggi abbiamo già superato i 30.

Ogni anno sembra sia sempre peggio; fatto sta che, nonostante la vita, soprattutto quella lavorativa, continui anche in questo periodo, il nostro compito resta quello di proteggerci al meglio dal pericolo “caldo”.

Lo abbiamo aspettato, ma ora che è arrivato, dobbiamo già metterci al riparo. Il tanto desiderato caldo è riuscito a farsi largo con l’anticiclone Ade, che farà alzare la temperatura ben oltre i 35°. Le temperature basse di questa primavera non ci hanno preparato per bene alle ondate di calore di questi giorni. Gli italiani, specialmente quelli che dovranno restare in città, dovranno quindi seguire regole semplici ma fondamentali per non accusare troppo l’afa e il calore.

USCIRE DI CASA NELLE ORE MENO CALDE DELLA GIORNATA. Evitare di uscire all’aria aperta nelle ore più calde, cioè dalle ore 11.00 alle 18.00. Niente colori scuri perché attirano maggiormente il calore, usare gli occhiali da sole; inoltre è consigliato proteggere le parti del corpo esposte al sole con creme solari ad alto fattore protettivo.

RINFRESCARE L’AMBIENTE DOMESTICO E DI LAVORO. E’ bene munirsi di tapparelle e persiane chiuse, in modo da poter usufruire delle finestre esposte al sole, senza risentire del forte caldo. Per chi invece è munito di aria condizionata, evitate sbalzi di temperatura con l’esterno

.

RIDURRE LA TEMPERATURA CORPOREA. Fare bagni e docce con acqua tiepida o bagnarsi viso e braccia con acqua fresca anche più volte al giorno può essere un buon rimedio contro l’afa, senza dimenticarsi di bere almeno 2 litri di acqua al giorno.

ALIMENTARSI CORRETTAMENTE. L’alimentazione estiva più salutare consiglia di nutrirsi con cibi leggeri ed ad alto contenuto di acqua, come frutta fresca e di stagione ed insalate varie.

Sempre i soliti consigli, che, se seguiti, ci faranno vivere in città con meno amaro in bocca.

Estate a Napoli 2010

02 ago 2010

L'”Estate a Napoli” si rivolge innanzitutto ai turisti che visiteranno Napoli, ma anche ai tanti napoletani che resteranno in città, offrendo possibilità di svaghi e intrattenimenti a chi, per scelta o per necessità, non partirà per le vacanze. 

Il programma estivo, infine, vede anche la collaborazione dell’assessorato allo Sviluppo, che ha effettuato uno screening degli esercizi commerciali e di ristorazione che resteranno aperti ad agosto, e in particolare la settimana di ferragosto; in quel periodo, verrà realizzata – in collaborazione con la Camera di Commercio – la terza edizione dell’iniziativa “Welcome Ferragosto” un servizio di visite guidate, animazione e informazioni turistiche che da venerdì 13 a mercoledì 18 agosto accoglierà i turisti e i napoletani offrendo un vademecum su come vivere al meglio la città in quei giorni.

Tutte le info su: http://www.comune.napoli.it/flex/cm/pages/ServeBLOB.php/L/IT/IDPagina/12822

Balneazione anno 2010

07 giu 2010

A seguito della deliberazione di Giunta Regionale della Campania 40 del 28/01/2010, e con successiva ordinanza Sindacale n° 504 del 26 marzo 2010 sono state individuate le zone idonee e non idonee alla balneazione all’inizio della stagione balneare 2010 (1 aprile 2010 – 30 settembre 2010) sulla base dei risultati analitici elaborati nel corso sella stagione balneare 2009 dall’ARPAC.

In breve i tratti della costa cittadina per i quali è vietata la balneazione sono:

da Pietrarsa (San Giovanni) alla rotonda di Nazario Sauro;
nell’interno porticciolo di S. Lucia ;
dal primo pontile degli aliscafi fino al Faro Rosso di Mergellina;
tutto il porticciolo del Circolo Posillipo;
tutto il porto Paone (Nisida);
dal molo Dandolo (Nisida) a La Pietra.

I riferimenti di dettaglio sono analiticamente riportati nella tabella e nei grafici allegati, così come previsto dalla normativa vigente.
I tratti esclusi dalla balneazione saranno indicati sul posto da apposita segnaletica e saranno controllati dalle Forze dell’Ordine e Autorità Sanitaria.