CAREGIVERS : INCONTRI 12 E 26 GIUGNO – GESTIONE DELLA PERSONA SIEROPOSITIVA -

10 giu 2013

L’impegno dell’associazione Arci Napoli e degli operatori coinvolti nel progetto caregivers, continua senza sosta. Il progetto si prefigge l’obiettivo di dare un aiuto concreto ai pazienti malati di HIV ma sopratutto ai familiari, che spesso si trovano a dover affrontare problematiche non sono nella gestione delle attività quotidiane, ma anche a livello morale, psicologico e legale.

Oltre al nostro impegno di diffusione mediatica di informazioni utili al nostro target di riferimento, alla sensibilizzazione della massa, nei confronti di una malattia che molto spesso viene sottovalutata ma che ancora tutt’ora è in larga diffusione, cerchiamo di rivolgere il nostro aiuto ai nuclei familiari che più hanno bisogno della nostra assistenza.

Per questo motivo l’Arci Napoli ha organizzato 2 seminari che si terranno il 12 e 26 Giugno alle ore 17,00 presso la sede della nostra associazione situata in Via Abate Minichini, 37 che saranno presenziati dalla Dott.ssa Margherita Errico – Presidente NPS –

I due incontri serviranno a fare chiarezza su tematiche legate all’ HIV dagli aspetti diagnostici quali : appuntamenti in ospedale e andamento delle visite, alla gestione degli aspetti legali e burocratici : come gestire l’esenzione e la possibile richiesta di invalidità, i diritti ed i doveri del paziente a partire dalla legge 135 del 1990 e successive integrazioni o modifiche presenti in Italia.

Il nostro obiettivo è di rendere quanto più serena e possibile la convivenza con la malattia, e con la persona sieroposivita.
Gli incontri sono aperti a chiunque volesse partecipare.
Per ulteriori informazioni potete contattarci al nostro centralino al numero 081/19339008
Oppure restare aggiornati usando la nostra pagina facebook.

OBESITA’ IN ITALIA : PERICOLO SOTTOVALUTATO

22 mag 2013

ITALIA – Secondo uno studio sostenuto dal Ministero della salute, un bambino su tre è particolarmente grasso o in sovrappeso. Nello specifico, si tratta del 32,3% di una popolazione campione composta da oltre 46mila persone, stima che porta la Penisola ai primi posti della speciale classifica europea sull’eccesso ponderale infantile.

Tra le regioni, il triste primato dell’obesità infantile spetta a quelle centromeridionali: in Abruzzo, Basilicata, Campania, Molise e Puglia si supera addirittura la percentuale del 40%; seguono Calabria, Sicilia ed Umbria dove si oscilla tra il 33 e il 40. Il Lazio, invece, come gran parte del centro-nord, si attesta nella percentuale nazionale, tra il 25 e il 33%. Chiudono la classifica Sardegna, Trentino e Valle d’Aosta con percentuali inferiori al 25.

L’inchiesta ha interessato anche genitori e insegnanti. Tra le cause dell’aumento prematuro di peso la principale è ovviamente la scorretta gestione dei pasti: il 9% dei bambini intervistati confessa di saltare abitualmente la prima colazione, mentre il 67% ammette di concedersi spesso un ricco spuntino a metà mattinata. Altri peccati non certo lievi sono quelli di bere frequentemente bibite gassate e zuccherate e di non consumare a sufficienza frutta e verdura.

Si tratta di un problema che però colpisce anche gli adulti.

Secondo quanto spiegato dal ministro della Salute,  l’11% degli adulti è obeso, il 32% comunque in sovrappeso.

I dati evidenziano che un terzo della popolazione tra i 18 e i 69 anni è completamente sedentario, non svolgendo alcun tipo di attività fisica, né al lavoro né nel tempo libero: la sedentarietà risulta più diffusa al Sud, tra i 50-69enni, nelle donne, nelle persone con livello di istruzione più basso e in quelle che riferiscono difficoltà economiche.

Inoltre, il 16% dei bambini afferma di praticare lo sport solamente per non più di un’ora alla settimana. Pericoloso  è il fatto che i genitori non sempre riescono ad accorgersi delle condizioni dei figli: il 30% delle madri di alunni con importanti problemi di peso non nota che il proprio bambino mangi troppo.

LADRI DI… SOGNI !!!!!

20 mag 2013

La crisi economica e sociale ormai c’è, parlarne sembra inutile? Ma non credo.
Attualmente il deficit economico grava sulle famiglie Italiane, sugli operai (se lo sono ancora) o sui poveri disoccupati, che ogni giorno tentano di inventarsi qualcosa pur di arrivare a fine mese.
Ma a lungo termine, quali saranno i danni maggiori?
Il dossier Save the Children ha messo chiaramente in evidenza, quanto l’attuale situazione Italiana, sta’ incidendo negativamente sulla vita dei nostri bambini, ma soprattutto sul loro futuro.

La povertà sociale, economica, di lavoro e di istruzione sta’ comportando sempre più l’impossibilità di creare prospettive e obiettivi futuri.
Ad incidere maggiormente sulla già pesante situazione, sono stati i tagli alle famiglie ed ai minori, che hanno portato ad un vero e proprio furto di : cibi, vestiti, sport, vacanze.
L’Italia infatti si classifica al 18 posto in Europa, per spesa destinata alla famiglia e all’infanzia.

Quasi il 29% dei bambini Italiani, sotto i 6 anni vive in povertà. E il 27% vive in stato di deprivazione materiale.
Un altro furto commesso ai danni di questi bambini, forse il più drammatico, è il furto dell’istruzione, infatti una famiglia su 3, oggi, dichiara di non poter pagare le tasse universitarie, anzi addirittura i figli devono cercare lavoro per contribuire alle spese domestiche.
E’ davvero terribile pensare che un genitore, non riesca a comprare un gelato al proprio bambino, non riesca a proteggere per lui dei diritti che dovrebbero essere inviolabili, quali l’istruzione, o il diritto di sognare un futuro migliore.
E’ tempo di cambiare…

QUESTA NOTTE L’ARTE, SARA’ LA MIA LUNA.

19 mag 2013

Il MIBAC ha organizzato “La Notte dei Musei”, l’evento di respiro europeo che dalle 20.00 alle 24.00 apre gratuitamente le porte dei musei ed aree archeologiche, permettendo un’emozionante ed insolita fruizione del patrimonio artistico Italiano per tutti coloro che non riescono a farlo nei consueti orari di visita.

Dopo la sospensione dell’anno scorso per l’attacco alla scuola “Morvillo-Falcone” di Brindisi, quest’anno l’Italia partecipa con l’adesione di tantissime città, tra cui non poteva naturalmente mancare Napoli.

L’incontro notturno con la cultura è iniziato ieri , sabato 18 maggio. Numerosi i siti aperti in tutta la Campania, tra cui gli Scavi di Pompei, Ercolano, la Certosa di Padula, la Reggia di Caserta e tanti altri.

Per l’occasione molti dei luoghi d’arte coinvolti hanno arricchito il tutto organizzando eventi quali concerti, mostre tematiche e suggestivi percorsi guidati.

Un’occasione unica anche per coinvolgere un pubblico più giovane e normalmente distante dal mondo della cultura.

HO41: NUOVO SUPER BATTERIO SESSUALMENTE TRASMISSIBILE

08 mag 2013

L’AIDS, che come sappiamo deriva dall’infezione da virus HIV, si diffonde nel  mondo in maniera sempre maggiore, ma il superbatterio Gonorrea HO41 antibiotico-resistente, scoperto in una trentunenne che ne era affetta, pare sia molto più forte.

E’ stato scoperto due anni fa in Giappone da un gruppo di ricercatori il batterio trasmissibile sessualmente, capace di diffondersi nel mondo a causa della sua resistenza agli antibiotici e che potrebbe essere considerato più letale dell’AIDS.

La gonorrea è una malattia che si trasmette tramite un contatto sessuale non protetto, conosciuta anche come “scolo”. E’ un’infezione difficile da evidenziare perché in molti casi è asintomatica, che però se non è trattata può portare a gravi complicazioni per la salute.

Può portare a infertilità, arrossamenti e perdite vaginali nelle donne, nei maschi invece si potrebbero avere dolori, bruciori e sterilità.

Si possono inoltre sviluppare malattie potenzialmente letali e infezioni a carico del cuore.

«Prendersi la gonorrea da questo ceppo – ha commentato alla CNBC il dottor Alan Christianson, naturopata – potrebbe portare qualche persona alla morte in pochi giorni a causa di uno shock settico [o setticemia]. Questo è molto pericoloso».

Una comune infezione sessuale può dunque assumere connotati pericolosi a causa della capacità di alcuni batteri di resistere agli antibiotici. Urge quindi una soluzione.

William Smith, direttore della coalizione Usa per le malattie a trasmissione sessuale, ha chiesto in un audizione al Congresso Usa di investire almeno 54 milioni di dollari in finanziamenti per mettere a punto un antibiotico mirato contro il batterio ‘HO41′ e per avviare campagne di informazione pubblica.

GENERAZIONI SENZA SPERANZE

06 apr 2013

“Precarietà” una semplice parola che racchiude in 10 lettere una realtà sempre più concreta. In una situazione di crisi, come quella che stiamo vivendo oggi, parlare di precarietà sembra quasi banale.

Eppure non lo è, se oltre a considerare i dati della disoccupazione giovanile in Europa 35,9% , si tiene conto del fatto che una buona percentuale di questi ultimi, ha smesso letteralmente di cercare lavoro perchè sfiduciato.

Questo fenomeno preoccupa l’Europa intera, ma in Italia sembra essere più sentito che mai. A confermare il peso della questione è l’enciclopedia Treccani, che nella sua ultima versione ha introdotto la nuovissima espressione ” Neet ” ovvero : not in education, employment or training. Sotto questo acronimo si nascondono tutti quei giovani che stanchi di affannarsi alla ricerca di un posto di lavoro , hanno deciso di smettere di cercare un’ occupazione.

Una generazione senza speranza, che non riesce a trovare una propria indipendenza economica, che è costantemente costretta a pesare sulla propria famiglia d’ origine, senza avere nè la possibilità, nè la speranza di costruirsene una propria. Una generazione che, privata di ogni obiettivo, progetto e speranza futura decide di rassegnarsi. Ragazzi e ragazze alla ricerca di un proprio posto nella società, che gli viene sempre negato.
E’ veramente triste pensare che in un paese, la generazione del futuro sia proprio quella che più di ogni altra si è arresa, probabilmente per le troppe porte in faccia ricevute,eppure è proprio così.
E’ la morte di una paese?

REFERENDUM: NAPOLI VOTA SI’.

06 giu 2011

Quattro volte SI’!
Sabato e domenica sarà necessario votare, altrimenti per l’ennesima volta ci priveranno del diritto a scegliere su temi fondamentali per il nostro Paese. Napoli respira un’aria nuova. Da Napoli sarà necessario dare subito un segnale di grande partecipazione. Cerchiamo di portare tutti a votare.

Le ope­ra­zioni di voto si svolgono:
Do­me­nica 12 giu­gno 2011, dalle 8:00 alle 22:00 e lu­nedì 13 giugno 2011, dalle 7:00 alle 15:00.

Vi ricordo, anche se so che non c’è bisogno, che se­condo legge po­te­vano es­sere svolti tra il 15 aprile e il 15 giu­gno, ma i re­ferendum abro­ga­tivi sono stati in­fine fis­sati per il 12 e 13 giu­gno, quindi senza unire il voto con le ele­zioni am­mi­ni­stra­tive del 15–16 maggio.

Tale scelta è stata cri­ti­cata quale enorme spreco di de­naro pub­blico e come ten­ta­tivo di non far rag­giun­gere il quo­rum ai re­fe­ren­dum. Un ten­ta­tivo di boi­cot­tag­gio. In­fatti se non an­dranno a vo­tare il 50% + 1 de­gli aventi di­ritto i re­fe­ren­dum non sa­ranno validi.

Il Mi­ni­stro de­gli In­terni Ro­berto Ma­roni ha scelto per la di­vi­sione delle due con­sul­ta­zioni. Di fatto que­sta de­ci­sione co­sterà alle casse dello stato, come evi­den­ziano al­cune stime ri­por­tate dalla stampa, uno spreco di 400 mi­lioni di euro in più ri­spetto ad un ipo­te­tico ac­cor­pa­mento delle ele­zioni am­mi­ni­stra­tive col referendum.

PRIMO MAGGIO: FESTA A TEMPO INDETERMINATO.

30 apr 2011

Mai come oggi il Primo Maggio è una festa nazionale di fondamentale importanza per il nostro paese. La disoccupazione è ai massimi storici e il governo balbetta banalità di fronte alla tragica scomparsa di migliaia di posti di lavoro a settimana.

I diritti dei lavoratori vanno difesi, i lavoratori vanno rispettati, il merito riconosciuto. Oggi sono impegnato in una battaglia per il destino della Città che mi vede impegnato a sostenere Mario Morcone a sindaco contro un candidato delle destre che ha licenziato senza batter ciglio e senza nessuno scrupolo 345 lavoratori della Atitech. 345 famiglie sul lastrico, e poi promette di creare lavoro a Napoli.

Come ogni anno, il Primo di Maggio, il mio cuore batte più forte.

Mentre ci auguriamo una Italia migliore, felice Festa dei Lavoratori a tutti!

GENERAZIONE DIFFERENTE: COME FUNZIONERA’ L’APERTURA?

19 apr 2011

Generazione Differente vuol dire anche un modo differente di intendere la politica. Quindi domani non terremo nessuna riunione barbosa con un candidato che parla per una ora intera.

La nostra idea sarà di trattenerci insieme a chiacchierare con un sottofondo musicale per un po’, poi ci saranno quattro brevi interventi,  infine il mio.

Gli interventi saranno accomunati da un filo rosso: ognuno di loro comincierà con una poesia, ognuno di loro rappresenta una generazione (indipendentemente dall’età) che può rendere differente questa Città.

Ci vediamo alle ore 18:00, di domani mercoledì 20 aprile, per aprire la campagna elettorale di Generazione Differente al Teatro TAM (Gradini Nobile, 1 – trav. via Martucci).

WIFI FREE IN GALLERIA UMBERTO.

18 apr 2011

Lavoriamo per una città in rete. Oggi l’accesso alla conoscenza, come diritto inalienabile dell’uomo, avviene principalmente attraverso il libero accesso alla rete. E’ compito delle Istituzioni favorirne l’utilizzo in modo gratuito nei luoghi pubblici. Dobbiamo continuare a lavorare per rendere Napoli la capitale del wifi free.

Il diritto di accesso alla rete, è come il diritto all’acqua pubblica. Deve essere un diritto inviolabile sotto due punti di vista.
Primo: accesso senza censure (il governo italiano, in compagnia nel mondo solo di quello cinese e libico, vuole approvare una legge che censuri la libera informazione anche sulla rete e la ponga sotto il controllo politico).
Secondo: accesso gratuito nei luoghi pubblici.

Personalmente lavoro da anni affinché nei parchi, nelle piazze e nsi luoghi pubblici principali della Città ci sia pubblico accesso alla rete. Dieci piazze e un parco già sono wifi free.

Inoltre noi di Generazione Differente, da martedì 12 aprile abbiamo creato il wifi free nella Galleria Umberto I di Napoli. Venite a provare!