ICON: L’ITALIANO ALLA PORTATA DEL MONDO.

14 giu 2013

«Parlo italiano».

La pronuncia non sarà perfetta e basterà davvero poco per indovinare quale sia la nazione che ha dato le origini a quello studente.

Un’altra frase in italiano e il mistero è svelato. Quel ragazzo straniero è uno dei migliaia di giovani che in tutto il mondo studiano la nostra lingua e, grazie a Icon, un consorzio di 19 università che ha organizzato un corso di laurea online, può laurearsi in Italianistica. Adesso mille studenti universitari brasiliani hanno iniziato a studiare l’italiano via.

I  brasiliani hanno iniziato a studiare grazie a un corso, organizzato da Icon con la collaborazione dell’Istituto italiano di Cultura di San Paolo. I ragazzi impareranno la nostra lingua online sino ad agosto, poi saranno ospitati da alcune università.  Un’occasione importante anche per le nostre università, chiamate a dare un contributo alla formazione della futura classe dirigente di un paese in rapida crescita.

Mirko Tavosanis racconta di essere orgoglioso del successo dell’iniziativa «perché rappresenta un buon esempio di come possa funzionare il paese».

Ma dietro tutto questo non c’è solo il successo dell’organizzazione italiana. Nascosto tra gli ingranaggi di questa macchina della cultura, c’è amore per la nostra cultura e un interesse, rinnovato, con il quale il mondo ci guarda. Magari sollecitato dai successi commerciali e mediatici dei thriller di Dan Brown (come l’ultimo “Inferno”, ambientato a Firenze) che stanno suscitando nuovo interesse su Dante e la Divina Commedia.

E’ bello immaginare quei versi declamati da tanti ragazzi venuti dall’altra parte del mondo o semplicemente spiegati nel loro italiano dalla pronuncia imperfetta.

BIG KAHUNA. IL MIO MANUALE DI ISTRUZIONI ALLA VITA.

03 feb 2011

Goditi potere e bellezza della tua gioventù. Non ci pensare.
Il potere di bellezza e gioventù lo capirai solo una volta appassite.
Ma credimi tra vent’anni guarderai quelle tue vecchie foto.
E in un modo che non puoi immaginare adesso.

Quante possibilità avevi di fronte
e che aspetto magnifico avevi!
Non eri per niente grasso come ti sembrava.

Non preoccuparti del futuro.
Oppure preoccupati ma sapendo che questo ti aiuta quanto masticare un chewing-gum per risolvere un’equazione algebrica.

I veri problemi della vita saranno sicuramente cose che non ti erano mai passate per la mente, di quelle che ti pigliano di sorpresa alle quattro di un pigro martedì pomeriggio.

Fa’ una cosa ogni giorno che sei spaventato: canta!

Non essere crudele col cuore degli altri.
Non tollerare la gente che è crudele col tuo.

Lavati i denti.

Non perdere tempo con l’invidia: a volte sei in testa, a volte resti indietro.
La corsa è lunga e, alla fine, è solo con te stesso.

Ricorda i complimenti che ricevi, scordati gli insulti.
Se ci riesci veramente, dimmi come si fa…

Conserva tutte le vecchie lettere d’amore,
butta i vecchi estratti-conto.

Rilassati!

Non sentirti in colpa se non sai cosa vuoi fare della tua vita.
Le persone più interessanti che conosco a ventidue anni non sapevano che fare della loro vita.
I quarantenni più interessanti che conosco ancora non lo sanno.

Prendi molto calcio.

Sii gentile con le tue ginocchia,
quando saranno partite ti mancheranno.

Forse ti sposerai o forse no.
Forse avrai figli o forse no.
Forse divorzierai a quarant’anni.
Forse ballerai con lei al settantacinquesimo anniversario di matrimonio.
Comunque vada, non congratularti troppo con te stesso,
ma non rimproverarti neanche: le tue scelte sono scommesse,
come quelle di chiunque altro.

Goditi il tuo corpo,
usalo in tutti i modi che puoi,
senza paura e senza temere quel che pensa la gente.
E’ il più grande strumento che potrai mai avere.

Balla!
Anche se il solo posto che hai per farlo è il tuo soggiorno.

Leggi le istruzioni, anche se poi non le seguirai.
Non leggere le riviste di bellezza:
ti faranno solo sentire orrendo.

Cerca di conoscere i tuoi genitori,
non puoi sapere quando se ne andranno per sempre.
Tratta bene i tuoi fratelli,
sono il miglior legame con il passato
e quelli che più probabilmente avranno cura di te in futuro.

Renditi conto che gli amici vanno e vengono,
ma alcuni, i più preziosi, rimarranno.
Datti da fare per colmare le distanze geografiche e gli stili di vita,
perché più diventi vecchio, più hai bisogno delle persone che conoscevi da giovane.

Vivi a New York per un po’, ma lasciala prima che ti indurisca.
Vivi anche in California per un po’, ma lasciala prima che ti rammollisca.

Non fare pasticci con i capelli: se no, quando avrai quarant’anni, sembreranno di un ottantacinquenne.

Sii cauto nell’accettare consigli,
ma sii paziente con chi li dispensa.
I consigli sono una forma di nostalgia.
Dispensarli è un modo di ripescare il passato dal dimenticatoio,
ripulirlo, passare la vernice sulle parti più brutte
e riciclarlo per più di quel che valga.

Ma accetta il consiglio… per questa volta.

Ho appena finito di rivedere il film. Questo monologo finale è un vero Manuale di Istruzioni alla vita. Se non l’avete mai visto…
Il sito del film

http://www.luckyred.it/kahuna/

Corsi di informatica specialistica

07 giu 2010

Sono aperte le iscrizioni per i corsi di informatica specialistica in 3D STUDIO e PHOTOSHOP.

Corsi finanziati dalla Regione Campania.
Durata attività: 40 ore.
Indirizzo sede di svolgimento: Via Abate Minichini 37, Napoli – 80137 – NAPOLI

Tipo di attestato rilasciato: Attestato di Frequenza.

Per maggiori informazioni sul corso 3D clicca qui.
Per maggiori informazioni sul corso PHOTOSHOP clicca qui.
Scarica la domanda.

La domanda va consegnata personalmente nella sede dell’Arci Napoli o inviata via email scannerizzata all’indirizzo info@arcinapoli.it o messineo@arcinapoli.it insieme ad un valido documento di riconoscimento.

Info Line 0817871139