Perché partecipo alla Fonderia.

18 set 2014

Viviamo tempi complessi e faticosi. La Campania guidata da Stefano Caldoro somiglia sempre più a un deserto. I servizi ai cittadini sono sempre più scarsi e di pessima qualità, l’economia regionale ristagna, la disoccupazione giovanile aumenta.

Mentre il Presidente della Regione è sempre più “nominatore” che Governatore, il PD ha l’obbligo di costruire un’alternativa.

Prima dei nomi vengono le idee, le proposte; candidarsi a guidare una Regione come la Campania impone chiarezza di obiettivi e pensieri lunghi.

La Fonderia è per me questo: lo spazio di una discussione franca, seria, partecipata.

Ci sarò per portare i temi che hanno accompagnato da sempre il mio percorso di vita: quelli del Terzo settore e del Welfare.

Mi hanno insegnato che gli spazi della riflessione e della discussione comune non vanno mai abbandonati, anzi vanno vissuti e frequentati.

Vi invito a fare altrettanto.

Ci vediamo dal 26 al 28 settembre a Bagnoli, ripartendo da quella Città della Scienza che anche simbolicamente rappresenta la necessaria voglia di riscatto e futuro di una Regione e di una città.

Per iscriversi:  www.fondidee.it

Rispondi