COSA FA BATTERE IL CUORE DEI DEMOCRATICI?

02 feb 2011

La politica è il brivido che si ha quando lavori per cambiare le cose. Sotto il tetto del PD, donne e uomini, uniti da valori e principi comuni, lottano e lavorano infaticabili per rendere migliore il nostro paese. Il problema è che un partito, anche un partito “umbrella”, deve avere una identità ben definita.
Noi democratici abbiamo la necessità di rendere chiaro al paese quali sono i valori e i principi che ci tengono uniti e che ci guidano come una stella polare nelle notti oscure di questi anni.
Oggi La Repubblica rende noto un sondaggio sulle intenzioni di voto: il PD è stabile come quasi tutti i partiti, qualcuno a destra scende, ma è sorprendente leggere che SEL è data al 7,5% e in crescita.
Chiediamoci perché? Forse un leader che emoziona, forse un partito dalla identità chiara, forse una comunicazione politica coerente; magari tutte e tre le cose.
Ma perché questo straordinario Partito Democratico non riesce a tirare fuori tutta la ricchezza di valori e principi che ha in sé?
Rendiamo chiaro il nostro coraggio di batterci per i diritti civili, per le famiglie, per i diritti dei più deboli e per mantenere unito questo meraviglioso paese.
I democratici lavorano per bloccare le destre che scaricano sui più deboli i problemi della sanità facendo pagare salate spese sanitarie a pensionati indigenti e a famiglie bisognose. Lavoriamo affinché si fermi questo vergognoso tentativo di spazzare via il ceto medio e  non venga indebolita la scuola pubblica a favore di ricchissimi sempre più spregiudicati.
Noi democratici pretendiamo che i ricchissimi paghino la loro giusta parte di tasse, e pretendiamo che ai giovani venga restituito il diritto di mettere su famiglia.
Rendiamo chiaro che credere nel Partito Democratico, significa essere dalla parte buona della vita. Significa lavorare duramente per una Italia migliore, dove ci sia rispetto per i diritti e per l’ambiente, dove alle donne e agli uomini venga garantito il diritto a cercare la felicità.

Rispondi