APERTE ISCRIZIONI ASILI COMUNALI DI NAPOLI.

17 apr 2011

Sapete che ritengo che gli asili comunali siano essenziali e debbano essere un punto centrale del programma del Sindaco. Così mentre lavoriamo per aprirne di nuovi e di migliori, nel frattempo è il momento per presentare le iscrizioni al Comune di Napoli per i nostri figli.

Per l’anno scolastico 2011/12 è possibile presentare domanda di iscrizione presso gli Asili Nido comunali dal 14 aprile al 18 maggio 2011 (solo i bambini che nasceranno nel mese di maggio 2011 potranno essere iscritti entro il 31 maggio).

La domanda di ammissione al Nido dovrà essere presentata da uno dei genitori, o da chi ne fa le veci, al Nido d’infanzia più vicino alla residenza o al luogo di lavoro.

Il genitore, o chi ne fa le veci, dovrà compilare e sottoscrivere la domanda d’iscrizione su apposito modello, ai sensi del D.P.R. 445/00, disponibile presso ciascun Asilo Nido comunale o scaricabile da questo sito internet.

Detta domanda dovrà essere presentata al personale incaricato, presso il Nido prescelto, dal genitore o anche da un suo delegato, munito di copia della carta di identità del genitore, che sarà allegata alla domanda, pena la nullità della stessa.

Non si può presentare domanda d’iscrizione in più Asili Nido comunali. Nel caso siano presentate più domande per lo stesso bambino/a, sarà considerata valida solo la prima, in base alla data e l’orario d’iscrizione.

Le domande d’iscrizione dovranno essere riconfermate anche per i bambini/e già frequentanti l’anno in corso.

L’accettazione della domanda, non dà diritto all’ammissione, che sarà stabilita dall’ordine della graduatoria e dalla recettività accertata dall’ASL competente per territorio.

Le dichiarazioni rese nell’autocertificazione saranno sottoposte a verifica. Coloro che avranno prodotto dichiarazioni false o mendaci saranno denunciati all’Autorità Giudiziaria competente e contestualmente saranno esclusi dalla graduatoria.

Per i bambini/e diversamente abili, anche vecchi frequentanti, alla domanda d’iscrizione dovrà essere allegata una certificazione specialistica sanitaria rilasciata dal Distretto Sanitario competente (ai sensi degli artt. 12 e 13 L.104/92 e dell’art.2 del D.P.R.24/02/94).

Preleva Modello Domanda Iscrizione a.s. 2011/12 (132.85 KB).

Qui di seguito vi indico i requisiti per l’iscrizione:
Possono essere iscritti tutti i bambini residenti nel Comune di Napoli che siano nati o che nasceranno entro il 31/05/2011 e che non abbiano compiuto il terzo anno di età entro il 31/12/2011.

Possono, altresì, essere iscritti ed equiparati ai residenti i bambini apolidi, nomadi e stranieri che, anche se privi della residenza, dimorino nel territorio del Comune di Napoli.

APERTURA CAMPAGNA ELETTORALE ANNICIELLO: MERCOLEDI’ 20 ORE 18 TAM.

17 apr 2011

Mercoledì 20 alle ore 18:00 al TAM aprirò la mia campagna elettorale con amici e candidati abbinati con me nelle municipalità.

Generazione Differente, nelle nostre intenzioni, vuole dire dare anche una differente identità al Partito Democratico. Non sarà una roba con un podietto ed un discorso lungo e triste, ma un aperitivo “democrat”. Un momento per rivederci tutti, raccogliere idee e proposte, così da partire decisi nella battaglia elettorale che ci aspetta.

Si terrà al Tunnel Amedeo (TAM) che sento vicino perché legato all’Arci. Inoltre è un luogo solare, piacevole ma anche impegnato.

In ultimo vi faccio presente che il TAM è esattamente a Gradini Nobile 1, (traversa via Martucci).

A mercoledì 20 aprile!

APERTE ISCRIZIONI ALBO ASSOCIAZIONI PER IL CENTRO STORICO.

15 apr 2011

Come sapete, vivendo il mondo dell’associazionismo da sempre, ritengo che le associazioni siano un grande patrimonio della Città. Quella che vi indico qui mi sembra una buona occasione di partecipazione per le associazioni napoletane. Dopo l’approvazione del Piano di Gestione del Centro Storico Unesco di Napoli e in previsione del grande evento del Forum Universale delle Culture previsto per la primavera-estate del 2013, si intende iniziare fin d’ora un rapporto più stretto di collaborazione con il mondo delle Associazioni Culturali napoletane.

In realtà, già nel corso delle redazioni del Programma Integrato Urbano PIU Europa per il centro storico e del Piano di gestione Centro Storico Unesco, le occasioni di incontro sono state numerose e sempre proficue. La proposta è quella di istituire una Consulta permanente delle Associazioni culturali napoletane interessate alla tutela, conservazione e valorizzazione del centro storico di Napoli. Questo organismo avrà il compito di rappresentare all’Amministrazione comunale i temi e i problemi più urgenti e importanti del centro storico e attivamente collaborare per la loro soluzione.

Presso il Comune di Napoli già esiste una “Banca dati degli operatori culturali” elaborata dal Servizio Programmazione e Progettazione Culturale. Tutte le Associazioni già presenti nell’Allegato 1 e che condividono questa iniziativa, sono invitate a compilare il modello – Allegato 2 – e a spedirlo all’indirizzo di posta elettronica: assessorato.edilizia@comune.napoli.it

Le altre Associazioni culturali presenti in città e che perseguono analoghe finalità di tutela riferite al centro storico di Napoli, sono parimenti invitate a compilare il modello – Allegato 2. Il termine per l’inoltro del modello è fissato per il 30 aprile 2011.

Entro i primi giorni di maggio, saranno invitate tutte le Associazioni che avranno dato o confermato la loro adesione, ad un convegno che si terrà all’Ex Asilo Filangieri, sede del Forum delle Culture, nel corso del quale sarà costituita la Consulta delle Associazioni Culturali per il Centro Storico e saranno definite le prime linee d’azione.

Allegato 1 (sostituito il 12/04/2011)
Allegato 2

GENERAZIONE DIFFERENTE, 1.01: COME TUTTO EBBE INIZIO.

13 apr 2011

Correva l’anno 2011 e nel paese, quando si parlava delle speranza per le nuove generazioni si pensava solo al Ruby Gate e storie simili.

Le destre oramai avevano occupato “militarmente” la nostra terra. Prima la Provincia di Napoli, poi la Regione Campania, avevano ceduto davanti all’imponenza del pensiero di Cesaro e dei suoi amici.

I sondaggi chiarivano che l’ultimo baluardo costituito dal Comune di Napoli, traballava. Il rosso della passione che aveva animato grandi lotte civili, acceso le manifestazioni e accompagnato le canzoni di battaglia degli Almamegretta e dei 99 Posse, oramai era così sbiadito da non reggere più il confronto coi simboli delle destre: Grande Fratello e l’armata di Amici.

L’unico conforto fu Vieni Via Con Me, ma durò poco, troppo poco. Il Governo lavorava ad avere al prima possibile anche la censura di Internet, come accadeva col gemello regime in Libia. Napoli, piena di buche nelle strade, dove i limiti di un centrosinistra spaccato erano tanti, non poteva cadere. Arrivò il momento in cui ogni singolo si doveva sentire chiamato a difesa della propria terra e dei propri valori.

Qualcuno mi ha sempre definito un “Innovativo tradizionalista”. Non ho mai capito bene che cavolo significasse, forse semplicemente che nelle battaglie toste, non riuscivo a fare a meno della vecchia squadra. Fu così che arrivo il momento di riunire la band.

CONTINUA…

DIRITTO ALL’ASILO.

11 apr 2011

Dobbiamo aiutare le famiglie a crescere. Sostegno sanitario, scuole pubbliche di qualità e tanti più asili nido. Avere asili nido comunali efficienti e di qualità significa favorire le pari opportunità, essere vicini ai nostri figli aiutandoli a crescere e socializzare fin da piccolissimi.

Napoli ha sempre dato spazio ai cittadini del mondo, ma alle volte non dà spazio ai suoi cittadini più piccoli. Quando si diventa papà,  la città cambia all’improvviso. I passeggini ti fanno scoprire come è impervia la strada, quanto sono rari gli scivoli e dure le barriere. Scopri che il tempo si dilata e che le famiglie rischiano di avvitarsi su se stesse: senza asili nido non possono lavorare entrambi i genitori, l’arrivo di un nuovo figlio in famiglia paralizza le attività casalinghe…

Gli asili nido comunali sono una priorità assai più grande di quello che si può credere. Devono essere un punto cardine dell’agenda politica e vanno fatti nascere e diffusi omogeneamente su tutto il territorio cittadino.  Lo dico ancora, aiutiamo le famiglie a crescere.

“LAVATEVI SPORCACCIONI”. AGGREDITI 2 DIRIGENTI ARCI GAY.

10 apr 2011

Le battaglie per i diritti civili sono battaglie irrinunciabili. Dopo tante manifestazioni tenute a Napoli per contrastare decine di aggressioni legate ad intolleranza omofobica pare che siamo esattamente punto e a capo.

L’episodio davanti alla sede di Napoli dell’associazione. Vittime dell’attacco il presidente della sede di Salerno e il segretario provinciale di Pistoia che si trovavano in città per un corso di formazione. Contro i due lanci di uova ed acqua. Identificato l’aggressore.

Antonello Sannino, presidente di Arcigay Salerno e Federico Esposito, segretario provinciale di Arcigay Pistoia, sono stati colpiti da calci e pugni. Poi secondo alcune testimonianze sono stati raggiunti da un lancio di uova e d’acqua mentre si udiva un ‘Lavatevi sporcaccioni’ a quel punto tre persone (uno uomo con una mazza e una donna) si sono aggiunte all’assalitore.

La presenza di 40 componenti dell’Arcigay ha evitato il peggio. L’aggressore è stato identificato dai carabinieri. Sia Sannino che Esposito hanno presentato denuncia mentre le contusioni che hanno riportato sono state giudicate guaribili in sette giorni.

La mia piena solidarietà alle due vittime dell’aggressione, e la massima disponibilità a tutta Arci Gay per organizzare iniziative nel quartiere che contrastino questa vergognosa ondata omofobica che rinasce.

Cash and Carry Napoli

08 apr 2011

La formula “Cash and Carry” è “Paga e Porta Via“, solo ed esclusivamente per i titolari di partita iva.

Una formula nata in America e poi pian piano diffusa in tutto il mondo, con le seguenti caratteristiche: self service da parte del cliente, la clientela all’interno del magazzino, pagamento in contanti e ritiro della merce direttamente.

Il Cash and Carry può essere di diversa natura: alimentare, di prodotti tecnologici, di mobili, ecc., di tutto ciò che esiste nel mondo del commercio.

A Napoli abbiamo diversi Cash and Carry, i principali sono: Ikea per la casa, Metro per alimenti e vario, Sweet & Company per dolciari e alimenti, Mida per alimenti, Llurual Marlin per l’arredamento.

VOGLIO CAMBIARE CITTA’, SENZA ANDARE VIA DA NAPOLI.

02 apr 2011

La disoccupazione giovanile in Italia è al punto massimo d’Europa. La nostra terra vede migliaia di giovani, ogni anno, cercare speranza all’estero. Non cambiamo paese, ma cambiamo il paese.

Napoli è la città più giovane dell’Unione Europea, e contemporaneamente ha il primato di avere la più alta scolarizzazione media d’Italia. Questa grande ricchezza di sapere e dinamismo è un grande patrimonio, che se non curato, viene sottratto alla nostra città e al suo futuro.

Le destre coi tagli al sud riducono ancora di più le già scarse possibilità offerte ai giovani, spingendo tanti a lasciare le proprie famiglie per portare il proprio sapere e le proprie capacità altrove. Dobbiamo costruire nuove opportunità che diano coraggio ai giovani napoletani; riconoscerne i meriti e il talento.

Ho visto andare via tanti miei amici in questi anni; lo scoraggiamento alle volte ha toccato anche me. E’ stato così che mi sono convinto di volere cambiare città, senza andare via da Napoli.

PIAZZE E PARCHI DI NAPOLI: FINALMENTE WIFI FREE!

30 mar 2011

Oggi l’accesso alla conoscenza, come diritto inalienabile dell’uomo, avviene principalmente attraverso il libero accesso alla rete.

Internet, deve essere quanto più accessibile è possibile, ed è compito delle istituzioni favorirne l’accesso in modo gratuito nei luoghi pubblici.

Vi sembrerà un po’ una forzatura, ma personalmente credo che all’aprirsi di questo terzo millennio l’accesso alla rete sia come il diritto a fruire dell’acqua.

Mentre in Regione Campania, l’opposizione, attraverso Antonio Marciano, rende possibile finanziare l’accesso gratuito nei luoghi pubblici per i comuni con meno di 15.000 abitanti, nel Comune di Napoli inauguriamo le prime piazze ad accesso Wifi free.

Il progetto di copertura Wifi delle principali piazze e parchi del Comune di Napoli prevede l’apertura nelle prossime settimane anche di piazza Dante e della Galleria Principe di Napoli. A seguire le biblioteche comunali, gli Uffici Relazione con il pubblico delle 10 Municipalità e ulteriori piazze al centro e in periferia.

Internet free!

L’INATTIVITA’ E’ PERICOLOSA. METTI IN MOTO LA LEGALITA’.

27 mar 2011

Clan e poteri criminali crescono nel silenzio, per poi esplodere improvvisi. Nella nostra terra, posta alle pendici del Vesuvio, grandi interessi criminali scorrono sotterranei come fiumi di magma. Il silenzio è la prima arma di tutte le mafie. La lotta alla camorra si combatte giorno dopo giorno. Esattamente come accade per i vulcani, l’inattività è pericolosa.

Una città sicura è una città viva. Vita culturale e locali commerciali rendono le nostre strade più sicure. La criminalità va prevenuta e l’azione dell forze giudiziarie sostenuta. L’educazione alla legalità e la lotta alle mafie, anche sul piano culturale e politico, devono essere una nostra azione costante. Non possiamo far si che sia un tema solo quando scoppiano faide. Mettiamo in moto la legalità.

I clan della camorra hanno inquinato le nostre acque, la nostra terra e i suoi frutti. Nel sangue nostro, e delle madri dei nostri figli, è presente arsenico e diossina. Personalmente ritengo che sicurezza e lotta alla camorra siano il primo punto dell’agenda politica.

Non possiamo accettare altri imprenditori spregiudicati, né si può avere indecisione nella lotta a queste forze criminali. Serve sicurezza nelle nostre strade e legalità nella vita civile di Napoli.