• 15x10-diritto-all-asilo
  • 15x10-voglio-cambiare-citta
  • 15x10-wifi
  • 15x10-inattivita-e-pericolosa
  • 15x10-inquinare-mi-rifiuto
  • 15x10-essere-napoletani
  • 15x10-fidanzati-in-casa
  • 02
  • 6x3-01
  • 01
  • 03
  • 02_0

Il senso di un impegno

08 giu 2017

hf5aj2

Già dal 2014, dimettendomi da coordinatore della segreteria provinciale del Pd di Napoli e scegliendo di non prendere più nessuna tessera di partito, ho deciso di dedicarmi interamente all’impegno associativo.

Oggi come allora continuo a ritenere che la battaglia per i diritti civili, per la democrazia, per i diritti dei migranti siano battaglie che richiedono un impegno totale .

Sono diritti trasversali che non conoscono bandiera e che già in tanti Paesi europei sono oramai patrimonio di tutti.

In Italia c’è ancora tanto lavoro da fare  e sono fiero di dedicare tutto il mio tempo a questo scopo.

 

Il Saluto di Mariano Anniciello ad Ermanno Rea

13 set 2016

ermannorea

Con le sue opere Ermanno Rea ci ha aiutato a capire il mondo e a leggere la nostra città, le sue contraddizioni e la sua forza.

La Dismissione, Mistero Napoletano, Napoli ferrovia: con queste e tante altre opere Rea ci ha regalato pagine di rara bellezza e intensità.

Alle giovani generazioni il Maestro dona una straordinaria eredità per la quale non smetteremo mai di ringraziarlo.

Buon Viaggio Maestro

Mariano Anniciello

 

Buon primo giorno di scuola

12 set 2016

Ri-comincia oggi la scuola.

Ricomicia nella mia regione,la Campania e nella mia Napoli.

Le scuole sono da sempre un baluardo fondamentale di legalità e futuro.

Ogni scuola aperta, il più possibile, è un faro acceso in strade buie.

Ogni ragazzino a scuola è un ragazzino con più probabilità di futuro.

Agli studenti rivolgo l’invito a vivere con gioia e speranza questo periodo.

Ai docenti invece invio il mio in bocca al lupo e la speranza che siano sempre consapevoli della loro fondamentale missione.

Buona scuola a tutti.

MarianoSenza titolo-1

La Fonderia: le proposte del Tavolo Welfare, Terzo Settore e Scuola

07 ott 2014

Coordinare il tavolo Welfare, Terzo Settore e Scuola de “La Fonderia” è stata una gran bella esperienza.

Riuscire a mettere attorno ad un tavolo i maggiori esponenti del Terzo settore campano , della scuola e del Welfare e far discutere loro per 2 giorni non era, in premessa, avventura facile.

Sembrava troppa la distanza che la Politica ha messo tra sè e la società; troppa la diffidenza e troppe le sfide che la Politica stessa ha mancato.

Eppure ci siamo riusciti. Il Tavolo ha discusso, proficuamente, per 2 giorni producendo riflessioni e proposte di altissime qualità. Abbiamo analizzato i problemi, condiviso le esperienze e le aspettative, provato insieme a costruire proposte e soluzioni concrete, reali, utili.

Il mio ringraziamento va ad ognuno dei partecipanti al tavolo, ad ognuno dei partecipanti alla Fonderia.

Abbiamo per due giorni messo in campo la buona Politica.

Grazie.

Di seguito i risultati.


Perché partecipo alla Fonderia.

18 set 2014

Viviamo tempi complessi e faticosi. La Campania guidata da Stefano Caldoro somiglia sempre più a un deserto. I servizi ai cittadini sono sempre più scarsi e di pessima qualità, l’economia regionale ristagna, la disoccupazione giovanile aumenta.

Mentre il Presidente della Regione è sempre più “nominatore” che Governatore, il PD ha l’obbligo di costruire un’alternativa.

Prima dei nomi vengono le idee, le proposte; candidarsi a guidare una Regione come la Campania impone chiarezza di obiettivi e pensieri lunghi.

La Fonderia è per me questo: lo spazio di una discussione franca, seria, partecipata.

Ci sarò per portare i temi che hanno accompagnato da sempre il mio percorso di vita: quelli del Terzo settore e del Welfare.

Mi hanno insegnato che gli spazi della riflessione e della discussione comune non vanno mai abbandonati, anzi vanno vissuti e frequentati.

Vi invito a fare altrettanto.

Ci vediamo dal 26 al 28 settembre a Bagnoli, ripartendo da quella Città della Scienza che anche simbolicamente rappresenta la necessaria voglia di riscatto e futuro di una Regione e di una città.

Per iscriversi:  www.fondidee.it

“…ASPETTANDO LA GIORNATA MONDIALE DEL RIFUGIATO”

10 giu 2014

Dal 14 al 21 Giugno le associazioni e le Istituzioni delle province di Napoli, Caserta e Salerno, impegnate nell’ambito del Sistema Protezione Richiedenti Asilo e Rifugiati del Ministero dell’Interno, hanno organizzato una splendida iniziativa nell’ambito della “Giornata Mondiale del Rifugiato” (20 Giugno 2014), con manifestazioni pubbliche, stand ed incontri tematici, in una 7 giorni piena di eventi dedicati al tema dell’asilo politico e protezione internazionale.

Un grande manifestazione dall’immenso significato sociale, volta ad abbattere il muro dell’indifferenza e del pregiudizio.

COORDINATORE PD NAPOLI, GRAZIE DI CUORE A TUTTI…!!!

21 dic 2013

Grazie di cuore a tutti!!!

Mi avete contattato in tantissimi: telefonate, sms, fb, twitter e persino tradizionali “citofonate” dai vicini non sono mancate.

Vi ringrazio per la stima e l’affetto di cui mi investite, siete tutti molto cari. Un grazie un po’ speciale va a Venanzio Carpentieri per la fiducia, ed un mega  in bocca al lupo a tutti i miei colleghi della segreteria provinciale del PD di Napoli.

Ecco la segreteria che avrò l’onore di coordinare: Livio Falcone (30 anni, dottore commercialista e revisore contabile, consigliere provinciale): Vice segretario; Giuseppe Esposito (48 anni, dirigente ASL). Responsabile enti locali. Elena Martusciello, (imprenditrice): Sviluppo economico e attività produttive; turismo e valorizzazione del territorio; politiche agricole Tommaso Ederoclite (36 anni, sociologo): Portavoce, riforme istituzionali; comunicazione; formazione; università, ricerca; Raffaella Veniero (52 anni, avvocato amministrativista): Urbanistica; pianificazione territoriale; servizi pubblici locali Mario Massa (51 anni, impiegato e sindacalista): Lavoro e rapporti sindacali Luisa Pezone (32 anni, laureata in lettere, Segretario Generale della Fondazione “Mezzogiorno Europa”): Cultura; beni culturali; politiche comunitarie Malaica Cisternino (35 anni, avvocato): Ambiente; legalità e sicurezza; salute Mario Maffei (56 anni, operatore sociale): Infrastrutture e trasporti Maria Rosaria Migliarino (31 anni, avvocato penalista): Welfare, politiche sociali, diritti civili, immigrazione, famiglia e infanzia; Regina Milo (28 anni, laureanda in giurisprudenza, consigliere comunale): Politiche giovanili; scuola; pari opportunità; Nei prossimi giorni saranno costituiti anche i Forum Tematici del Partito e uno specifico Gruppo di Lavoro sulla città di Napoli, la cui guida sarà affidata a Giorgio Zinno.

IMMIGRAZIONE ED INTEGRAZIONE.

06 dic 2013

L’immigrazione è un fenomeno che già dall’antichità ha influenzato la politica e l’economia di molti popoli. Negli ultimi anni si è assistito ad un forte aumento del fenomeno dell’immigrazione clandestina, riconducibile per lo più al differente grado di benessere tra stati arretrati e stati ben più sviluppati. Vari sono i motivi che spingono gli immigrati a stabilirsi nel nostro stato: guerre che coinvolgono gli stati di provenienza, mancanza di lavoro, sogno di trovare benessere nel paese in cui andranno. La popolazione italiana su questo riguardo si spacca in due fazioni: la maggior parte vogliono che i clandestini siano rimandati nei loro paesi d’origine,altri credono che sia meglio trattenerli nei centri di accoglienza,e dare loro maggiore assistenza e riguardo in futuro.

In Italia, va detto che il fenomeno dell’immigrazione è un fenomeno piuttosto recente. Nel corso degli anni Ottanta, e ancor di più nel ventennio successivo, il nostro paese è diventato una meta per chi, soprattutto proveniente dai paesi del nord dell’Africa, è alla ricerca di condizioni di vita più favorevoli rispetto a quelle che il proprio paese può offrire. È proprio in questi anni che, anche nel nostro paese, sempre più forte si è scatenato il dibattito tra chi crede sia necessaria una chiusura delle frontiere e chi invece, anche rivendicando il rispetto degli indirizzi geopolitici mondiali chiede e pretende un rispetto delle regole, e un’accoglienza migliore per chi proviene da un paese spesso martoriato dalla guerra, o comunque in situazioni di difficoltà.

Molti problemi, di natura tanto etica quanto politica, sono nati nell’ultimo anno, quando moltissimi immigrati hanno attraversato il mar Mediterraneo, giungendo anche in Italia, oltre che in Francia e nei paesi del centro Europa. Il vecchio continente, però, è stato tutt’altro che preparato ad affrontare questa nuova “emergenza”, tanto più  che in casi come la Libia, gli immigrati e la diplomazia internazionale, hanno effettuato pressioni per ottenere lo status di rifugiati politici, trattandosi in buona parte di cittadini fuggiti dalla sanguinosa repressione che il colonnello Gheddafi e le sue truppe stavano mettendo in atto nel paese.

Resta il fatto che siamo ancora oggi diffidenti, troppo rispetto a questi immigrati. Nella peggiore ipotesi questo rifiuto che abbiamo verso lo straniero può sfociare in una vera e propria forma di razzismo. In un mondo in cui la globalizzazione è considerata di vitale importanza,dobbiamo imparare a conoscere le diversità,coglierne le occasioni ed integrarle nel nostro sistema,nel rispetto e nella salvaguardia del prossimo.

INTERVISTA AL DOTT. MARIANO ANNICIELLO :COSTRUIRE UNA PIATTAFORMA POLITICO-SOCIALE

29 ott 2013

L’ex governatore della Campania Antonio Bassolino, adesso Presidente di Fondazione Sudd, ha incontrato il mondo dell’associazionismo, permettendo alle maggiori associazioni del Sud, di stare sedute ad un tavolo comune.” Reti per il sud ” è solo la tappa iniziale  di un grande progetto a lungo termine per apportare un miglioramento sociale e culturale alla nostra società. Il dottor Mariano Anniciello, presidente del comitato provinciale Arci Napoli, promotore insieme a Bassolino dell’iniziativa,  ha chiarito che il prossimo obiettivo è quello di costruire una piattaforma  politica – sociale :

Cosa intende per ‘piattaforma politica-sociale’?

«Politica nel senso greco del termine, di azione, di fare. Ci stiamo per esempio organizzando per la raccolta delle firme contro la legge Boss-Fini. Lavoriamo sodo per una serie di iniziative a vantaggio del terzo settore».

Il prossimo passo?
«La costituzione del Forum del terzo settore. Questa struttura è l’unica a mancare nella provincia di Napoli. Deve esserci».

Perchè?
«Il Forum del terzo settore è un organismo istituzionale e in un momento così difficile, di crisi del settore del welfare, potrebbe essere utile per aprire vertenze contro le Istituzioni».

Quali sono i vostri riferimenti politici?
«Noi siamo assolutamente autonomi. Certo, ci fa piacere se i politici si muovono per la tutela di certi temi. Pensiamo per esempio a quanto è importante che gli ultimi sindaci del comune di Napoli, si sono tutti battuti contro l’omofobia».

SMOG IN CINA: LA “AIRPOCALISSE” AVVOLGE LA CITTA’ DI HARBIN.

22 ott 2013

Cina – Un denso mantello di smog avvolge la città cinese di Harbin, bloccando molte delle attività di questa metropoli di 11 milioni di abitanti: le scuole sono chiuse, ma anche l’aeroporto e la rete dei trasporti su strada funzionano in modo ridotto. La visibilità è ridotta a 10 metri.

Pur migliorato giorno dopo giorno, l’inquinamento atmosferico supera di trenta volte il tetto indicato dall’Oms: “La nebbia è meno densa di ieri, ma sempre disgustosa”. Un ingegnere di 25 anni, Zhao Yang, ha dichiarato: “Ieri è stato il giorno peggiore. Si prova dolore quando si respira “.

La “airpocalisse” è risultata come la prima pagina di molti giornali, sempre più preoccupati per il degrado ambientale. La stampa ha pubblicato foto di abitanti di Harbin, il volto coperto dalle maschere, persi nella nebbia.

Lo smog riporta in primo piano le sfide ambientali del paese, raccolte dal governo che, lo scorso giugno, ha annunciato misure per migliorare la qualità dell’aria, dopo anni di lassismo nei confronti dei pericoli ambientali. Gli undici milioni di abitanti della città sono così invitati a restare chiusi in casa.